MIMOSA PUDICA SENSITIVA NR.50 SEMI
MIMOSA PUDICA SENSITIVA NR.50 SEMI

MIMOSA PUDICA SENSITIVA NR.50 SEMI

Categoria: ,
Codice:

ARTICOLO 1139 -

MIMOSA PUDICA

si tratta di un arbusto sempreverde di piccole dimensioni, ricadente o eretto, originario dell’America meridionale, appartenente alla famiglia delle leguminose, a differenza della classica mimosa a fiore giallo, che invece appartiene al genere delle acacie. È diffusa in molte zone del mondo, ma si trovano maggiormente a suo agio nelle aree con clima tropicale, dove possono diventare piante infestanti. Ha sottili fusti di colore marrone rossastro, scarsamente ramificati, che portano lunghe foglie costituite da piccole foglioline ovali  che ricordano quelle delle felci. Sui fusti sono presenti alcune spine e piccoli peli sottili.

In primavera inoltrata produce piccoli fiori a pompon, di colore rosa lilla, molto profumati. Ai fiori seguono piccoli baccelli tondeggianti, riuniti in grappoli, di colore marrone chiaro.

Subito dopo la fioritura sviluppa dei baccelli che contengono i semi. Tutte le parti della pianta sono tossiche se ingerite.

la particolarità della mimosa pudica è che durante le ore notturne, o in caso di contatto, il fogliame si ripiega su se stesso.

Ambiente ed esposizione: Predilige un'esposizione semi-ombreggiata, con luce diretta solo nelle ore meno calde della giornata. Teme il freddo e il vento, se coltivata in giardino è consigliato ripararla in inverno con tessuto non tessuto inoltre nelle zone con inverni molto rigidi è consigliabile proteggere i piedi delle piante fino alla primavera successiva con una leggera pacciamatura di foglie secche o paglia. Ha una crescita veloce e riesce a fiorire già nel primo anno di vita, ma difficilmente supera i 150 cm d'altezza . coltivata in vaso da ottobre ad aprile è bene tenerla all’interno con temperature che non scendano mai sotto i 15° gradi. Al di sotto di questo limite, infatti, la pianta potrebbe essere fortemente danneggiata. Il primo segno di sofferenza si evidenzia nelle foglie che tendono a diventare gialle. A partire dal mese di maggio, invece, possiamo cominciare a tenerla all’esterno, ad ogni modo può anche venire tranquillamente considerata una pianta annuale, lasciandola morire in autunno e poi riseminandola con l’arrivo della bella stagione.

 

Acqua: Le annaffiature devono essere regolari da marzo a ottobre, ma senza eccedere, per evitare ristagni idrici dannosi per la pianta, soprattutto se coltivata in vaso.

 

Concimazione: Durante il periodo vegetativo è consigliabile fornire del concime liquido per piante fiorite, ogni 15-20 giorni, miscelato all’acqua delle annaffiature.

 

La moltiplicazione può avvenire tramite talea o tramite seme:

-      La prima si effettua alla fine dell’estate o all’inizio dell’autunno. Si prelevano dei segmenti di fusto lunghi circa 10 cm. Bisogna eliminare le foglie alla base e immergere il taglio in un prodotto radicante in polvere o liquido. Si inseriscono in un misto di sabbia e torba umidificate. Il contenitore ideale ha un diametro di circa 8 cm coperto con della plastica trasparente bucherellata. Si deve mantenere il tutto a circa 21°C e a mezz’ombra. La radicazione avviene in circa 4 settimane. In quel momento si potrà eliminare il sacchetto ed esporre la pianta ad una luce più forte. In primavera si potrà procedere con il rinvaso.

-       La semina è ugualmente molto facile. Si procede con l’inizio della bella stagione. Si mettono due o tre semi, precedentemente scarificati, in uno stesso vasetto da 8 cm con un composto per semine. Si espongono i contenitori ad una luce intensa e si annaffia leggermente. La germinazione avviene in circa 2 o 3 settimane. Si elimineranno le piante troppo deboli e quando le altre avranno raggiunto 4 cm di altezza potranno essere spostate in un vaso più grande con normale substrato da coltura. Procedere con qualche cimatura.

 

Potatura: La mimosa pudica non è una pianta che necessita di potatura. In genere si procede a rimuovere le parti secche o danneggiate. Gli interventi vanno effettuati dopo la fioritura, In questo periodo si possono cimare anche i germogli apicali per favorire l’emissione di rametti laterali e basali.

 

Tipo di terreno : è una pianta che si adatta a qualsiasi tipo di terreno anche quello comune da giardino ma si sviluppa forte e rigogliosa in quello soffice, sciolto, umido e ben drenato. Le piante di mimosa pudica allevate in vaso necessitano di terriccio universale  mescolato con la stessa quantità di torba e una parte di sabbia.

 

Rinvaso: Non esiste un’epoca specifica per rinvasare la mimosa pudica. In genere si procede quando le radici non riescono più a stare nel contenitore. Negli esemplari che crescono velocemente il rinvaso si può effettuare anche immediatamente dopo l’acquisto della pianta. Tutti i rinvasi successivi devono sempre tenere conto della crescita delle radici. Il nuovo contenitore deve essere solo lievemente più grande del precedente.

 

€ 1,00 *

* prezzo escluso di iva al 10%

Articoli Correlati

benary
floranova
hemgenetics
kieft seeds
miyoshi
panamerican
sahin
sakata
SAKYSEED
syngenta flower
taki
vegetalis